Panificio-Juglair-(2)

“Il pane è una passione di famiglia”
Roberta

Intorno al 500 a.C. Pitagora scriveva che “L’Universo ha inizio dal pane”. Certamente questo alimento semplice e quotidiano, oltre a essere un cibo è un archetipo di civiltà, povertà e ricchezza, di guerra e di pace, di fortuna o sfortuna, di fame e abbondanza: è simbolo della vita stessa.  Anche l’Universo di Roberta ruota attorno al pane, da quando, a marzo 2015, insieme alla sua famiglia ha rilevato un panificio a Champdepraz. La sveglia suona alle 3,30 per andare nel laboratorio e poi la mattina continua con le consegne e vendite ai clienti. Gli ingredienti sono semplici, le farine macinate a pietra, e le forme sono quelle che il pane assume da tradizione: c’è il pane dolce, con noci, nocciole e uvetta; c’è il pane di segale, il pane bianco e quello integrale, le focacce e i grissini. E ci sono anche le declinazioni locali, con nomi, dimensioni e forme che vanno incontro alle abitudini di ognuno: per esempio il pane della domenica, che è fatto in modo da risultare ancora morbido anche dopo un paio di giorni; oppure il miccone; il cuscino; il pane in cassetta e la fisarmonica. In questo universo di varietà, Roberta tiene sempre la rotta sulla cosa che più le sta a cuore: la soddisfazione del cliente. ©Dispensa