R_T_La-Motte-(2)

“Le nostre sono le fragole più alte d’Europa, e in loro senti la freschezza del gelo della notte e la dolcezza del sole di montagna”
Giorgio Elter

Una bussata alla porta, una valigia e un amico ritrovato sono stati gli ingredienti che nel 2007 hanno portato Giorgio Elter a fondare l’Azienda La Motte. Dopo i sogni di progetti comuni all’università, accantonati per dedicarsi al lavoro di dottore forestale, questo ricongiungimento ha portato i due alla terra. Nei 4 ettari di campi immersi nel Parco del Gran Paradiso vengono coltivati ortaggi, piccoli frutti e piante aromatiche. Il principio guida è cercare di dedicare le cure a quelle coltivazioni che nascono spontaneamente in queste terre, come il génépy, l’achillea moscata, il timo serpillo, fragole, lamponi e ribes. Le forti escursioni termiche estive concentrano gli zuccheri e i sapori dei prodotti, l’acqua del ghiacciaio a poca distanza disseta i terreni limpida e pura. Dai piccoli frutti Giorgio produce delle marmellate, con la distillazione delle piante aromatiche i liquori, primo tra tutti il génépy, che qui segue la ricetta tradizionale di Cogne, unica per quantità di erbe utilizzate e processo di filtraggio. La Motte è il nome francese per indicare la zolla. Da queste zolle sempre esposte al rischio di una gelata improvvisa Giorgio raccoglie i frutti di una terra mozzafiato. ©Dispensa