R_T_Lussu-Gianluca-(2)

“La storia di ogni alveare si concentra nel miele che è come un grande album di famiglia da sfogliare”
Gianluca Lussu

In piccole cassette vicino al bordo di un ruscello, a fianco ai filari di lamponi, Gianluca Lussu alleva nuove famiglie. La passione per le api nasce da piccolo, quando d’estate seguiva come un’ombra una guardia forestale con il vizio dell’apicoltura. Dal 2006 abbandona l’impiego precedente per dedicarsi a quest’attività a tempo pieno, cominciando con due famiglie di api, per arrivare alle cinquanta di oggi. Gli sciami sono sparsi, quelli in villeggiatura in Piemonte s’inebriano d’acacia, quelli in montagna di tarassaco, poi ci sono i millefiori e il rododendro, per una produzione complessiva di 1.200 kg di miele. Quando le famiglie si allargano troppo inizia la sciamatura, ossia la migrazione di una parte delle api, che vanno a costituire nuovi nuclei: i fuchi cercano terreni sconosciuti per differenziare il più possibile la genetica e far nascere nuovi esemplari resistenti. Il momento più bello per Gianluca è quello in cui si dedica a fare le regine, un processo delicato e complesso, che culmina nel grande volo di fecondazione, da cui ha inizio un nuovo ciclo. È una camminata d’autunno, nei colori caldi della stagione, che suggerisce il nome dell’azienda, La Ruche d’Or, l’arnia d’oro di La Salle. ©Dispensa